Skip to main content

Con Delibera della Giunta regionale n° 540 del 22/09/2023 (BURC del 16/10/2023) la Regione Campania ha pubblicato le nuove disposizioni relative alle procedure di accreditamento per gli enti che forniscono servizi per il lavoro.
Il Modello vigente richiama il D.M. 11-01-2018 e fa riferimento al D.lgs. 10 settembre 2003 n° 276 e ss.mm.ii.; in particolare l’articolo 7, il quale dispone che le Regioni costituiscano appositi elenchi per l’accreditamento degli operatori pubblici e privati che operano nel proprio territorio, assicurando tra l’altro i raccordi con il sistema regionale di accreditamento degli organismi di formazione.
Vengono così abrogate le precedenti disposizioni (D.G.R. 242/2013) e attuato un nuovo modello innovativo basato sulla misurazione delle Performance di ciascuna agenzia. Lo scopo è realizzare forme di cooperazione pubblico – privato per migliorare la qualità dei servizi offerti, ampliarne la diffusione sul territorio campano, realizzare esperienze di eccellenza innovative.

Per approfondimenti leggi la nostra guida

Per servizi per il lavoro s’intendono  i sistemi di incontro, somministrazione, intermediazione, selezione  tra domanda e offerta di lavoro e le attività, individuali o collettive, di natura informativa, formativa e di consulenza dirette a sostenere i percorsi personali di formazione e lavoro, di inserimento o reinserimento occupazionale. 

Sono tenuti all’accreditamento gli organismi pubblici e privati giuridicamente autonomi, già autorizzati a livello nazionale dall’ANPAL, che abbiano tra le proprie finalità la gestione di servizi per il lavoro, che intendano EROGARE servizi per il lavoro finanziabili con risorse pubbliche nell’ambito del sistema regionale integrato dei servizi per l’impiego.

Requisiti essenziali per l’accreditamento

Condizione ex ante per poter essere accreditati in Regione Campania è aver precedentemente ottenuto l’Autorizzazione, ai sensi del decreto legislativo n° 276 del 10 settembre 2003, come Agenzia per il Lavoro dall’ANPAL e contestualmente l’iscrizione alle apposite sezioni dell’Albo Nazionale Informatico delle Agenzie del Lavoro.

Il Modello Operativo di accreditamento messo a disposizione dalla Regione Campania in allegato alla D.G.R. n. 540 del 22/09/2023 elenca in maniera dettagliata i requisiti minimi che gli enti devono possedere al momento della presentazione della domanda di accreditamento. Il Modello suddivide tali requisiti nelle seguenti categorie:

Requisiti strutturali e logistici

Affidabilità economico finanziaria del soggetto

Capacità gestionale e risorse professionali

Capacità di Interrelazioni

Per ciascuna categoria, le tabelle forniscono delle prescrizioni di dettaglio delle caratteristiche che il soggetto richiedente deve possedere per poter essere accreditato all’erogazione dei servizi per il lavoro. Tra i requisiti più significativi vi sono da segnalare:

Requisiti strutturali e logistici

  • A differenza dei servizi di formazione professionale, per l’erogazione di servizi per il lavoro non è prevista una superficie minima, ma è necessario avere almeno tre sedi in Campania, in tre province diverse, dotate delle adeguate strumentazioni tecnologiche

Affidabilità economico finanziaria

  • Capitale sociale minimo versato non inferiore a quello previsto dalle disposizioni vigenti per le società di capitali. Per soggetti diversi dichiarazione da parte di un istituto di credito che attesti la solidità economica.Copertura assicurativa e regolarità previdenziale e fiscale

Capacità gestionale e risorse professionali

  • Direttore
  • Resp. economico-amministrativo
  • Resp. del processo di erogazione dei servizi per il lavoro
  • Personale qualificato per l’erogazione dei servizi per il lavoro

Capacità di Interrelazioni

Convenzioni con aziende partner, atte a rafforzare l’approccio market-oriented skills

Sono richieste, inoltre, le seguenti certificazioni:
Iso 9001 Sistema di Gestione qualità per i servizi al lavoro
Iso 45001 sistema di Gestione sicurezza
Iso 27001 sistema di Protezione dei Dati Personali 

Le fasi delle attività di consulenza che proponiamo sono nel dettaglio le seguenti

Check-Up d’Ingresso Il Team esterno, costituito dai Ns. Consulenti, prende conoscenza della governance dell’Agenzia e delle tre Sedi Operative da accreditare, al fine di identificare le diverse problematiche presenti in relazione ai requisiti stabiliti dal Regolamento regionale. In questa fase, verrà effettuato, in back office, un primo esame dei requisiti ed inviato il primo Rapporto tecnico con la richiesta della documentazione iniziale necessaria all’avvio della pratica. In questa stessa fase, qualora richiesto, daremo il nostro supporto per l’Assistenza Tecnica per la definizione layout dei locali: grazie alla nostra esperienza, daremo ogni suggerimento per la corretta suddivisione e configurazione dei locali da accreditare.

Provvederemo a dare supporto, laddove mancante, anche per la richiesta di Autorizzazione presso l’ANPAL. Ci occuperemo di predisporre tutta la documentazione necessaria, compreso il Programma articolato dal quale si evinca che l’agenzia dispone di una organizzazione tecnico-professionale idonea allo svolgimento dell’attività per cui si richiede l’autorizzazione.

Riesame della documentazione – Acquisita copia della documentazione in Vs. possesso, viene effettuato in back office presso i Ns. uffici un attento Riesame. Scopo di tale attività è quello di analizzare puntualmente, prima dell’invio all’Ente gestore, la documentazione in Vs. possesso.

A seguito dell’attività di Riesame (attività svolta iterativamente ad ogni integrazione della documentazione che man mano ci farete pervenire), viene redatto il Report di analisi documentale nel quale vengono elencati, in relazione all’ambito di accreditamento, le anomalie riscontrare durante i sopralluoghi presso le Sedi Operative (potenziali non conformità) ed i documenti mancanti e/o non conformi alle attuali prescrizioni regionali per i quali viene richiesto alla Direzione dell’Ente un repentino intervento.

In questa fase vengono, in pratica, valutati i documenti tecnici attestanti gli adempimenti previsti in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro (es: Dichiarazione di conformità degli Impianti ai sensi del Decreto 22 gennaio 2008, n. 37 (ex L. 46/90); Perizie; Nomina dei lavoratori incaricati dell’attuazione delle misure di prevenzione incendi, di evacuazione, ecc…), i documenti di carattere fiscale e/o amministrativo e contestualmente valutati i CV delle funzioni di governo dell’Agenzia Lavoro secondo i requisiti richiesti. Per ogni necessità e/o chiarimento ci interfacceremo direttamente con il Vs. Commercialista e con il Vs. tecnico della sicurezza.

Fase Operativa: Compilazione e Consegna domanda – Sulla base delle informazioni ricevute e dei dati rilevati, ci impegniamo a svolgere, una volta che tutta la documentazione richiesta risulta disponibile e conforme, in collaborazione con il “Responsabile dell’accreditamento”, gli interventi e le azioni di seguito descritte.

  • Registrazione on-line dell’Agenzia Lavoro sul sito della Regione Campania secondo la procedura prevista.
  • Compilazione e trasmissione della domanda on line tramite il sistema informatico regionale.
Effettueremo successivamente un controllo continuo sullo stato della domanda, informandoVi di ogni “passaggio di stato” nella procedura.

Assistenza durante l’Audit regionale – I Ns. consulenti presenzieranno e forniranno la loro assistenza durante tutte le fasi dell’Audit regionale.

Redazione della documentazione tecnica Un team di Tecnici ci consente di offrire il nostro supporto anche nella predisposizione della documentazione tecnica richiesta dalla procedura di accreditamento. In maniera non esaustiva, possiamo dare supporto per:

  • Redazione del manuale di valutazione ai sensi del D.L. 81/08 e smi in collaborazione con il DDL;
  • Assistenza Tecnica per definizione nuovo layout dei locali e Predisposizione Planimetrie – gli schemi planimetrici saranno realizzati con sistema grafico informatizzato AutoCAD, con indicazione delle vie di esodo, sistemi antincendio, ecc.;
  • Relazione Tecnica e planimetrie per il rilascio del Certificato Igienico sanitario – Ci occuperemo noi della predisposizione della pratica, redigendo la planimetria e le relazioni tecniche richieste;
  • Redazione Perizia Tecnica asseverata, corredata da planimetrie in scala e grafici indicativi dei locali in esame, firmata da tecnico abilitato, che attesti, se ci sono le condizioni, l’idoneità statica dei locali con l’indicazione dei criteri e delle modalità seguite, gli adempimenti relativi alla eliminazione o al superamento delle barriere architettoniche, il rispetto delle normative antincendio, gli esiti della “Valutazione Rischio Scariche Atmosferiche”, la conformità degli impianti tecnologici, compreso l’impianto di terra, l’eventuale conformità degli impianti ascensore, se presenti, con indicazione delle modalità di verifica periodica. Alla relazione asseverata saranno allegate le attestazioni e certificazioni rilasciate da soggetti terzi.

Contact center interattivo – Ci impegniamo a fornirVi la Ns. Consulenza continua in materia di accreditamento con aggiornamento via telefono e e-mail al Vs. responsabile di accreditamento sulle disposizioni e normative vigenti. Tecnogea mette, inoltre, a Vs. completa disposizione un team di professionisti di riferimento cui potrete rivolgerVi attraverso posta elettronica ovvero a mezzo telefonico e fax per porre quesiti e richieste di chiarimento. Le risposte verranno fornite entro 48 ore dalla formulazione. In caso di particolare complessità si discuterà degli aspetti più urgenti e si concorderanno diversi tempi di risposta.

Interpellateci anche solo per un consiglio!

Inizia a chattare
Chiedi Info
Ciao 🤚, come posso aiutarti?