Grazie ad un team multidisciplinare e sulla base delle precedenti esperienze portate con successo a compimento, siamo in grado di assisterVi per la presentazione dell’istanza relativa alla richiesta presso il Ministero attività produttive di abilitazione alla effettuazione delle Verifiche degli impianti di terra e dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche ai sensi del DPR 462/2001.

Ai sensi delle vigenti disposizioni e, per ultime della Convenzione del 6 Luglio 2017 di rinnovo della Convenzione del 2015, dell’Addendum alla Convezione del 26 settembre 2017 stipulata tra il Ministero dello sviluppo economico ed ACCREDIA, pre-requisito obbligatorio per il rilascio dell’abilitazione allo svolgimento delle “Verifiche dei dispositivi di messa a terra e degli impianti elettrici” è l’accreditamento presso Accredia secondo le norme della serie UNI CEI EN ISO IEC 17020:2012, come Organismo di Ispezione di tipo A.

Ulteriori condizioni necessarie all’ottenimento dell’accreditamento

La Polizza per Responsabilità Civile Professionale deve coprire anche le attività degli ispettori esterni e deve avere un massimale di 1, 55 milioni di euro

Il Responsabile Tecnico (RT o anche Direttore Tecnico) e suo Sostituto devono soddisfare appositi requisiti di competenze e devono essere dipendenti, titolari o soci operativi operanti in esclusiva per l’Organismo (tale requisito non è imposto per i Sostituti del Direttore Tecnico dalla ISO 17020)

Anche gli ispettori – interni ed esterni – devono lavorare, per le attività di verifica oggetto di accreditamento, in esclusiva per l’Organismo. Gli stessi ispettori non possono svolgere attività potenzialmente in conflitto di interesse – quali progettazione, installazione, manutenzione e commercializzazione di impianti elettrici – non solo relativamente all’oggetto ispezionato, ma rispetto a tutti gli oggetti simili (ovvero ogni impianto elettrico);

Nello Statuto non devono esserci attività in potenziale conflitto di interessi

L’organismo deve esibire prove esaustive della formazione iniziale e continua erogata ai propri tecnici verificatori

Le fasi delle attività di consulenza che proponiamo sono nel dettaglio le seguenti

FASE A “Riesame ed adeguamento del Sistema di Gestione Documentale”

  • Assistenza nella redazione dell’atto costitutivo e statuto dell’organismo ai fini della conformità alle disposizioni attuali di accreditamento
  • Redazione organigramma generale dell’organismo, con evidenziazione dettagliata della struttura organizzativa secondo le indicazioni di Accredia
  • Adeguamento della documentazione e del sistema di gestione a quanto richiesto anche dai seguenti documenti di riferimento: Circolare Tecnica Accredia n° 29/2017 e n° 06/2018 – Guida CEI 0-14 – Regolamenti Accredia (RG.01.01, RG.01.04) e Linea Guida EA (ILAC P10, ILAC P15);
  • Assistenza redazione elenco aggiornato dettagliato del personale da impegnare nell’organismo con relative qualifiche e mansioni. Per ciascuno addetto effettuiamo il riesame del curriculum professionale ai fini della idoneità per grado di istruzione, esperienza, ecc.. Ricordiamo che la qualifica dell’ispettore è un onere esclusivamente a carico dell’Organismo
  • Riesame elenco dei dispositivi previsti dalle norme sugli impianti ascensori con i documenti da allegare (certificati taratura, ecc..) secondo le ultime modalità operative di Accredia
  • Riesame della modulistica (es. questionario informativo, modello offerta, ecc.) per la definizione contrattuale ai clienti e riesame Contratti vigenti
  • Adeguamento alle prescrizioni Accredia del sistema di gestione per come documentato. Sviluppo del sistema di gestione per la qualità secondo le norme della serie 17020:2012
  • Assistenza domanda di Accreditamento presso Accredia DA-04 e DA-01, interfaccia con i referenti Accredia, compilazione modulistica, invio documentazione preliminare

FASE B – “Implementazione On Site del Sistema di Gestione – Verifica Accredia”

  • Supporto on site alla implementazione del sistema di gestione per come documentato 
  • Audit interni 
  • Presenza ed Affiancamento durante l’Audit di Accredia. È garantita la presenza di un ns. consulente durante la verifica Accredia

FASE C – “Richiesta al Ministero”

  • L’organismo, una volta ottenuto l’accreditamento, dovrà, infine, presentare istanza al MiSE al fine di ottenere l’Abilitazione. Daremo supporto in questa fase per l’inoltro della pratica ai competenti uffici del Ministero.

Interpellateci anche solo per un consiglio!